1985


MEIN EIGENTUM

di Friedrich Hölderlin con quindici acquaforti di Imre Reiner

Prefazione di Ottavio Besomi

Tiratura: 132 copie, 26 pagine, cm 32,5x23,5; quindici acquaforti di Imre Reiner

Questa edizione con quindici acquaforti inedite di Imre Reiner, incise nel 1965 per illustrare Mein Eigentum di Friedrich Hölderlin è impressa su carta a mano vergata Magnani di Pescia in 132 esemplari, numerati da 1 a 99 e da I a XXXIII riservata all’artista e ai collaboratori. Gli esemplari da 1 a 33 comprendono una seconda serie di acquaforti tirate su carta di tino di Duchéne, firmate e numerate dall'artista.

Il libro, a cura di Maria Grazia Bianchi e Giorgio Upiglio, è stato composto in carattere Dante corpo 11 e stampato da Ruggero Olivieri nel mese di ottobre 1985. Le acquaforti sono state tirate da Caroline Hollinger su torchio dell’editore. La legatura e l’astuccio con stampato un disegno di Imre Reiner sono stati realizzati da Giovanni De Stefanis. Il progetto grafico è di Piero Marras.

Traduzione di Enzo Mandruzzato da Hölderlin, Le Liriche, I, Edizioni Adelphi, Milano, 1977.

1985


MEIN EIGENTUM

di Friedrich Hölderlin con quindici acquaforti di Imre Reiner


IMRE REINER
nasce a Versec nell’Ungheria meridionale nel 1900. Trascorre la sua gioventù nel suo paese di origine dove si forma artisticamente frequentando il liceo artistico prima e l’accademia d’Arte di Budapest poi. Negli anni venti si trasferisce in Germania dove, proseguendo la sua formazione artistica, pubblica i primi libri illustrati e le prime cartelle di incisioni. Dopo un incontro decisivo con Paul Klee, si reca negli Stati Uniti. Di ritorno in Europa nel 1926, compie il suo primo soggiorno in Ticino, a Ruvigliana, dove si trasferisce definitivamente nel 1931. Si dedica alla pittura, all’incisione, crea caratteri tipografici. Nel 1950 è chiamato dall’Unesco quale redattore di una rivista mondiale per l’arte.

Espone in Svizzera, in Germania e negli Stati Uniti. Nel Ticino espone per la prima volta nel 1964 a Villa Ciani. Nel 1974, Lugano gli dedica una grande mostra alla Malpensata. Imre Reiner muore nel 1987.


FRIEDRICH HÖLDERLIN
poeta e drammaturgo, Lauffen sul Neckar, 1770 – Tubinga, 1843.

1985


MEIN EIGENTUM

di Friedrich Hölderlin con quindici acquaforti di Imre Reiner

Mein Eigentum (Il mio regno) si colloca all’interno di Diotima, una raccolta di 66 componimenti vari per metro e misura, composti fra il 1796 e il 1800: un canzoniere d’amore… dove, come nei grandi canzonieri d’amore, la realtà giunge filtrata e solo per frammenti privilegiati.

dalla prefazione di Ottavio Besomi